Batterie Radio Comunitaria Malakal (Sud Sudan)

Malakal e’ il capoluogo della regione Alto Nilo, la terza citta’ del Sud Sudan. E’ abitata dai gruppi etnici Shilluk, Denka e Nuer, tradizionalmente pescatori e allevatori di bestiame in una terra fertile ma adatta a un numero limitato di colture. Malakal era un porto commerciale fino all’indipendenza del Sud Sudan dalla Repubblica del Sudan. Questi ultimi anni sono stati funestati da forti tensioni politiche e sociali sfociati in vari scontri armati fra l’esercito nazionale e gruppi di milizie appoggiati da Khartoum. L’instabilita’ e la chiusura delle rotte commerciali fluviale e via terra con il Nord Sudan sono state un durissimo colpo per l’economia locale. Il tenore di vita della maggior parte della popolazione, gia’ non elevato, e’ ulteriormente sceso.
 
Radio Saut al-Mahabba 93.6 FM e’ una delle nove stazioni della Rete Radio Cattolica in Sud Sudan e Monti Nuba. La struttura e’ stata costruita nella zona nord della citta’ di Malakal e ha iniziato a funzionare nell’agosto 2009. In tre anni di attivita’ la radio e’ diventata molto popolare e trasmette 13 ore al giorno.
Oltre a programmi di natura religiosa e di formazione morale, Saut al-Mahabba dedica il 40% dei tempi di trasmissione a programmi per lo sviluppo: educazione, salute, agricoltura, educazione civica. Il 10% e’ per i notiziari e l’informazione e il 30% e’ intrattenimento musicale.
 
La popolazione in generale apprezza il ruolo della stazione radio della Chiesa, che ha stabilito una relazione di amicizia e di reciproca fiducia con gli ascoltatori che esprimono liberamente le loro opinioni durante i programmi in diretta e portano molti dei loro annunci perche’ vengano trasmessi.

La maggiore sfida per la continuazione dell’operativita’ di Radio Saut al-Mahabba e’ la produzione di energia elettrica per rimanere in trasmissione. La rete elettrica cittadina fino a poco fa non forniva energia se non saltuariamente e solo durante le ore serali. Fin dagli inizi la radio e’ stata alimentata da generatori di corrente con motore diesel. Dall’inizio del 2012 la tensione fra il Governo del Sud Sudan e quello del Sudan ha portato alla chiusura
numero di beneficiari:
500.000
settore di intervento:
AMBIENTE
dei pozzi di petrolio. La crisi economica che ne e’ conseguita e’ gravissima e ha causato l’aumento del carburante fino al 1,000%.
 
Il Sud Sudan, un Paese con poco piu’ di un anno di vita avra’ bisogno di un periodo considerevolmente lungo per consolidarsi come Nazione. La radio e’ uno strumento potente per affiancare e incoraggiare lo sviluppo e la democrazia. Cosi’ come il Sud Sudan avra’ ancora bisogno per parecchio tempo del sostegno della comunita’ internazionale cosi’ sara’ per Radio Saut al-Mahabba. Le entrate locali, attraverso annunci e la sponsorizzazione di alcuni programmi, non sono sufficienti a coprire i costi di gestione. Questo progetto mira a ridurre i costi della produzione di energia: batterie ricaricabili sia attraverso i pannelli solari esistenti sia attraverso il generatore di corrente, garantirebbero alla stazione un’autonomia energetica di 3 / 4 ore al giorno, cioe’ circa un terzo del tempo di trasmissione. Oltre a ridurre l’uso di diesel, un carburante altamente inquinante, la stazione ridurrebbe i costi di gestione, cio’ che e’ necessario perche’ continui a trasmettere.

© ver. 01/2017 - made by: persempre_project.naf

​​contatti:

Roberta Castelli    +39 3385271835

Angelo Rusconi    +39 3394676142

Pietro Pasquarelli +39 3290606803

indirizzi

Sede Legale: Via Francesco Grenet, 77 D/1 - 00121 (Roma) - Italia

Sede operativa:Via San Lorenzo, 27 Veniano (Como)

e-mail: info@poilon.it

 

codice fiscale: 07586221009 

Nuove batterie installate