Angola

Popolazione
24,23 ml 
Speranza di vita
52 anni
Progetti Poilon
in corso: 0
conclusi: 1
Stato dell’Africa australe, bagnato a O dall’Oceano Atlantico. Confina a N e a NE con la Repubblica Democratica del Congo, a E con la Zambia, a S con la Namibia. Comprende un lembo costiero a N della foce del fiume Congo, la cosiddetta exclave di Cabinda, separata dal resto dello Stato per l’interposizione di un tratto di territorio congolese. L’economia dell’A. ha duramente risentito della guerra civile che si è protratta per 27 anni: assai gravi sono state le distruzioni di aziende agricole, impianti e infrastrutture di comunicazione, mentre l’esodo della comunità portoghese, se ha dato al paese la possibilità teorica di autodeterminare una propria strategia di crescita, l’ha privato dei quadri tecnici e imprenditoriali. Le risorse appaiono ingenti, ma la loro utilizzazione dipende molto dalla stabilità politica interna e dalla capacità della classe dirigente di contrastare la corruzione e di formare una classe dirigente competente. Le risorse sulle quali si fondano le speranze di ripresa dell’economia angolana sono soprattutto il petrolio e i diamanti. Dotata di riserve di petrolio in costante progresso (1,7 miliardi di barili nel 1983, ma 8,9 nel 2003, pari al 12,6% del totale delle riserve africane), dai primi anni
Popolazione sotto soglia povertà
36,60%
Indice di Sviluppo Umano
148° su 186 paesi
del 21° sec. il paese figura tra i maggiori produttori mondiali, ed è oggetto di attenzione da parte delle più potenti compagnie multinazionali di esplorazione-
Progetti Poilon in Angola
 titolo                                                            stato                           settore       
 Formazione professionale Luanda             concluso                    istruzione
produzione, le quali hanno interesse a diversificare l’origine geografica dei loro approvvigionamenti. L’altra principale ricchezza dell’A. è rappresentata dai diamanti. Dopo un periodo di forte crescita, con il calo del prezzo del petrolio il paese africano è entrato in una grave crisi economica e sanitaria, aggravata dalla molta corruzione. Migliaia di persone muoiono di malattie prevenibili e gli ospedali del paese hanno esaurito i farmaci; rispetto a un anno fa, un 
sacchetto di riso può arrivare a costare cinque volte tanto. In un continente dove le risorse naturali hanno alimentato
l’alternanza di periodi di grandi espansione e crolli, l’Angola si distingue in un modo notevole e inquietante. Il paese dipende dalle esportazioni di materie prime più di qualsiasi altra nazione dell’Africa sub-sahariana, e oggi paga il prezzo di questa dipendenza in modo drammatico. In questo contesto i giovani, soprattutto le ragazze, non riescono ad affermarsi o ad avere sbocchi professionali. Poilon ha avviato un progetto di formazione professionale per giovani donne.

© ver. 01/2017 - made by: persempre_project.naf

​​contatti:

Roberta Castelli    +39 3385271835

Angelo Rusconi    +39 3394676142

Pietro Pasquarelli +39 3290606803

indirizzi

Sede Legale: Via Francesco Grenet, 77 D/1 - 00121 (Roma) - Italia

Sede operativa:Via San Lorenzo, 27 Veniano (Como)

e-mail: info@poilon.it

 

codice fiscale: 07586221009